In qyesta pagina sono raccite le poesie scritte da Erredì sui vari mesi dell'anno e altro.
Sono modeste esercitazioni poetiche per festeggiare il cambio del mese o qualche altro avvenimento di rilievo. 
 




Febbraio

E' tutto grigio, dai vetri della mia finestra,
la strada, il cielo, pesante il freddo,
cappa di piombo fuso,
che cola sulla terra...
ma è di nuovo Carnevale!

(erredì)





POESIA DI GIUGNO





Giugno

Giugno si veste di colori sgargianti

Il profumo dei primi frutti 

succulenti, gustati  sotto le fronde dell'antica quercia,

i papaveri rosso sangue punteggiano i campi di spighe dorate.

Nei paesi risuonano le note popolari

delle prime sagre, 

le coppie volteggiano sulle piste da ballo.

Bentornata estate!


(Erredi)



--------------------


ODE AL PANE ANTICO


Fragrante, scuro croccante e leggero

sbuffo profumato di frumento

Germe di grano

maturato al sole dell'ultima estate, 

quando il sol

comincia a calar presto. 


A frotte vengono da tutte le vie

per acquistar profumo e nostalgie.



(ERREDì)



-----------------------



Giugno

Giugno si veste di colori sgargianti

Il profumo dei primi frutti 

succulenti, gustati  sotto le fronde dell'antica quercia,

i papaveri rosso sangue punteggiano i campi di spighe dorate.

Nei paesi risuonano le note popolari

delle prime sagre, 

le coppie volteggiano sulle piste da ballo.

Bentornata estate!


(Eredi)



---------------------



Autunno


Le foglie che cadono sono le parole portate dal

Vento freddo del mattino,


(Erredi)


------------------



Inverno


Le foglie che cadono sono le parole portate dal

Vento freddo del mattino,

Sono parole fredde, gelide

Sono parole che grattano la gola

Quando dette.

Gialle e impoverite di ogni sostanza

Volano e vengono pestate dai piedi dei passanti


(erredì)


Febbraio

E' tutto grigio, dai vetri della mia finestra,
la strada, il cielo, pesante il freddo,
cappa di piombo fuso,
che cola sulla terra...
ma è di nuovo Carnevale!

(eredi)


Giugno

Perchè, non volgi i tuoi occhi verso il cielo,

verso il calore del sole che asciuga i cuori.

verso il mare estivo

verso i boschi ombrosi e freschi

E' nata un'altra estate!

dove sei?

Svegliati e corri,  sono fioriti i papaveri

fanno capolino dal grano quasi maturo,

e gli uccelli cinguettano felici,

librandosi nell’aria tersa

dove sei?

Non rispondi!

(arredi)


Luglio


la terra ribolle assolata

e nelle notti insonni

tornano i pensieri 

 che sgocciolano sul cuscino


(Erredi) 





 
 _______________________________________________________________________________________________________________________
  Site Map